Facebook fa il pieno di utili nel terzo trimestre e rimette il turbo in Borsa

Deciso rally per le azioni del social network più famoso al mondo, Facebook, che hanno messo a segno un rialzo del 3,81%, portandosi a quota 151,79 dollari, in scia a dei risultati trimestrali che nonostante ricavi lievemente al di sotto delle attese degli analisti hanno fatto registrare un aumento dell’utile netto maggiore dei pronostici.

Il fatturato del gruppo guidato dal fondatore Mark Zuckerberg si è assestato a 13,73 miliardi di dollari, in lieve calo rispetto ai 13,8 miliardi di dollari del consensus, ma tuttavia in progresso del 33% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Come anticipato, l’utile del periodo in considerazione è aumentato del 9%, salendo a 5,13 miliardi di dollari. Il profitto al 30 Settembre si è pertanto assestato a 1,76 dollari, da 1,59 dollari del Q3 2017, battendo la stima ferma a 1,48 dollari.

Dai dettagli rilasciati dal management del gruppo è inoltre emerso che il numero degli utenti attivi mensili si è portato a 2,27 miliardi di unità, aumentando del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Si è trattato del minor aumento dal 2011.

Zuckerberg ha inoltre fatto sapere che il 2019 sarà un anno in cui l’azienda punterà molto sugli investimenti. Dopo un 2018 difficile, il peggiore dei sui 15 anni di storia, in cui Facebook ha dovuto fare i conti con lo scandalo Cambridge Analytica e la recente uscita dal gruppo di alcuni importanti figure manageriali tra cui i fondatori di WhatsUp e Instagram , secondo i rumors in polemica con Zuckerberg, il peggio sembra ormai essere alle spalle .

Andamento azioni Facebook sul breve-medio periodo


Dopo essere crollato sui valori più bassi da Aprile 2017, toccando un minimo a quota 139,03 dollari, il titolo Facebook è rimbalzato, spingendosi fino ad un top intraday a quota 156,35 dollari. Le quotazioni hanno tuttavia evidenziato una chiusura di scambi giornalieri sotto la prima resistenza daily, rappresentata dalla media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che passa in area 154,53 dollari.

Le azioni del popolare social network si sono riportate, sopra la media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), che al momento transita a quota 151,80, circa, ed una chiusura settimanale sopra tale livello potrebbe favorire un nuovo tentativo di break-out dell’EMA a 25 giorni.

Per ambire ad un’inversione rialzista anche sul breve-medio periodo, invece, le quotazioni dovrebbero necessariamente riportarsi oltre la media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico), che si colloca poco sopra quota 161 dollari. Oltre l’EMA a 50 giorni, invece, l’obiettivo successivo viene posto in area 170 dollari, con possibili estensioni verso quota 175-176 dollari, sui valori dello scorso mese di Agosto.

Al ribasso, invece, l’eventuale ritorno in chiusura daily o peggio ancora settimanale sotto l’EMA a 10 giorni potrebbe attivare un nuovo pattern ribassista con terget primario in area 145 dollari senza escludere ulteriori affondi sui recenti minimi in area 140 dollari.

Pattern di trading sul titolo Facebook (FB) valido da 1 a 5 giorni

L’apertura del pattern rialzista necessita di una chiusura oraria oltre 154,90$ e pronostica i primi due obiettivi in area 155,80 e 157,65 dollari; stop loss in caso di discesa sotto 151,52$ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le posizioni Long in caso di break-out orario di 157,65$, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 158,65$ e successivamente a 160,25$; stop loss in caso di ritorno sotto 154,90$ in close orario.

Ed ancora, si consiglia di attivare nuove posizioni al rialzo in caso di estensioni oltre 160,25$ in chiusura oraria o daily, per sfruttare eventuali allunghi in area 161,90 e 163,65 dollari, estesa a 166,30$; stop loss in caso di ritorno sotto 157,65$ in close orario o giornaliero. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 142,80$, per approfittare di eventuali rimbalzi, prima a 145,20$ ed in seconda battuta a 146,65$, estesi a 149,05$; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 139,75$ in chiusura oraria o daily.

L’attivazione del pattern ribassista, invece, prende quota in caso di discesa sotto 151,52$ in chiusura di candela oraria e fissa i primi due target price in area 150,80 e 150 dollari ; stop loss in caso di recupero oltre 154,90$ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di flessione sotto 150$ in close orario, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a 149,05$ e successivamente a 147,20$; stop loss in caso di ritorno sopra 152,35$ in close orario.

Lecito insistere con nuove operazioni al ribasso in caso di rottura del supporto orario a 147,20$, per sfruttare possibili affondi in area 146,65 e 145,20 dollari, estesi a 142,20$; stop loss in caso di ritorno sopra 150$ in close orario o daily. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 166,30$, per approfittare di eventuali correzioni di prezzo in prima battuta a 163,65$ ed in un secondo momento a 161,90$ estese a 160,25$; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 168$ in close orario o giornaliero.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net