Fca: volano le vendite negli Usa

Dati negativi in Italia per Fca (-10,41% nel 2018) ma volano le vendite negli Usa. A dicembre le immatricolazioni sono aumentate del 14%, oltrepassando nell’anno quota 2,23 milioni di vetture. Bene i marchi Jeep e Ram, flessioni nel mese per Alfa Romeo, Chrysler e Fiat.

Fca, immatricolazioni Usa in crescita

I dati sulle vendite negli Stati Uniti fanno tornare il sorriso a Fca. Mentre in Italia il gruppo italo-americano arretra nel 2018 di oltre 10 punti percentuali, negli Usa le immatricolazioni proseguono nella fase di crescita anche a dicembre.

Nel dettaglio, lo scorso mese Fca ha venduto complessivamente 196.520 unità, con un incremento del 14 per cento rispetto all’analogo periodo del 2017.

I risultati migliori sono stati registrati dal marchio Jeep ed in particolare dal modello Wrangler, con vendite a dicembre di 19.800 unità ed a quota 240.032 nell’intero 2018.Considerando i dati complessivi sulle vendite di Fca nello scorso esercizio, sono state pari a 2.235.204 unità, in crescita del 9 per cento su base annua.

Fca Usa, volano Jeep e Ram

Con riferimento ai singoli marchi, le vendite di Jeep sono aumentate del 10% a dicembre, con un incremento del 17% nell’intero anno, toccando un nuovo primato per il brand a quota 973.227. Molto bene i risultati del citato Wrangler ma anche della Cherokee e del Compass.

Performance positive anche per Ram, con un rialzo del 37% a dicembre e complessive 597.368 unità vendute nell’intero 2018. Bene anche il marchio Dodge, in progresso mensile del 17%.Alfa Romeo chiude in rosso del 4% il mese di dicembre a 1.946 unità anche se nel consuntivo annuale ha raddoppiato le vendite sul 2017 a quota 23.820 vetture. Bene i modelli Stelvio e Giulia.

Ribassi lo scorso mese anche per Chrysler (-28%) e Fiat (-44%).

Soddisfazione per i risultati raggiunti da Fca sono stati espressi dal responsabile delle vendite Usa, Reid Bigland, il quale ha sottolineato che le stime per il 2019 sono previste in ulteriore consolidamento, anche per l’imminente debutto sul mercato del nuovo modello Jeep Gladiator.Dati positivi per il gruppo della holding Exor che si contrappongono ai risultati deboli della concorrenza. General Motors, nel quarto trimestre, ha registrato vendite per 785.229 unità, un dato in flessione del 2,7%. Negativa anche Ford Motor, in calo dell’8,8% a dicembre a 220.774 unità, per complessive 2,497 milioni vetture immatricolate nel 2018 (-3,5% sul 2017).

Ecco l’andamento del titolo in Borsa:

E le migliori piattaforme per negoziare sul titolo:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti fino all'89%ISCRIVITI >>
Markets.comTrading CFD su azioni, criptovaluteConto demoISCRIVITI >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI >>
Xm.comBonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI >>
Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net