Fineco approva bilancio 2018: dividendo per azione a 0,303 euro con stacco il 23 aprile

Seduta piatta per il titolo Fineco, che in linea con l’andamento invariato dell’indice Ftse Mib, ha terminato la seduta di Mercoledì 10 Aprile a +0,09%, fissando l’ultimo scambio a circa 11,71 euro. Le azioni del gruppo attivo nel risparmio gestito erano reduci da un calo che durava da tre sedute, innescato sul finire della scorsa ottava, quando le quotazioni si erano spinte fino a 12,09 euro, a ridosso dei massimi storici fatti segnare lo scorso Settembre, a quota 12,19 euro.

Nel corso della giornata in esame, il gruppo guidato dall’AD Alessandro Foti ha approvato il bilancio d’esercizio 2018, che ha mostrato un utile netto pari a 227,9 milioni di euro. I soci hanno inoltre deliberato il pagamento di un dividendo unitario di 0,303 euro, in crescita del 6,3% rispetto a quello relativo ai conti del 2017, e che verrà staccato il 23 Aprile con valuta 25 Aprile.

L’impostazione rialzista che aveva condotto il titolo sui top dell’anno aveva beneficiato dell’accelerazione della raccolta nel mese di Marzo, che ha fatto registrare un’impennata a 792 milioni di euro, indecisa crescita sia rispetto ai 638 milioni di euro di Marzo 2018 che ai 571 milioni di euro della raccolta del mese precedente. Dai dettagli è inoltre emerso che la raccolta dei fondi comuni, lo scorso mese, si è assestata a 336,5 milioni di euro e quella dei depositi a 465 milioni di euro. Il totale delle masse gestite al 31 Marzo ammontava a 74,1 miliardi di euro, contro i 69,3 miliardi di euro di fine 2018. Foti ha precisato che pur non dandosi dei target, considerato il contesto generalmente difficile atteso per il 2019, la raccolta sarà robusta, in quanto lo conferma il trend del primo trimestre.

Il top manager ha inoltre smentito l’interesse per Kairos chiacchierato da alcuni rumors, confermando la volontà del gruppo di voler crescere per via organica e non per linee esterne. Per supportare la linea di crescita organica è stato confermato il reclutamento di circa 80-100 consulenti finanziari, in linea con quelli entrati a far parte della corazzata Fineco nel 2018.

Andamento azioni Fineco sul breve-medio periodo


Sotto l’aspetto tecnico, la mancata rottura dei massimi storici, segnalati tra le righe del precedente paragrafo, ha causato un veloce pull-back sul primo supporto di brevissimo rappresentato dalla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che transita in area 11,73 euro. L’eventuale perdita di EMA 25, se confermata anche nel corso delle prossime sedute potrebbe causare un ulteriore affondo con target sulla media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), che passa in area 11,48 euro.

Principale sostegno multiday, nonché supporto di breve-medio periodo che invece transita sulla media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico),che si colloca in area 11,05-11 euro. Persa EMA 50 in chiusura giornaliera o peggio ancora settimanale, possibili ulteriori affondi in area 10,50 euro, senza escludere possibili crolli verso quota 10 euro. L’eventuale break-out rialzista di area 12-12,20 euro, confermato in chiusura settimanale, potrebbe invece favorire una nuova gamba rialzista con target in area 12,90-13 euro.

Pattern di trading titolo fineco (FBK.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern rialzista si attiva in caso di recupero oltre 11,785€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 11,855 e 11,925 euro; stop loss in caso di discesa sotto 11,665€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 11,925€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 11,995 e successivamente a 12,05€; stop loss in caso di ritorno sotto 11,715€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 12,05€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 12,12 e 12,24 euro, estesi a 12,36 euro; stop loss in caso di ritorno sotto 11,925€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 11,04€, in ottica di rimbalzo, a 11,14€ e 11,255€, esteso a 11,33€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 10,90€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern ribassista, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 11,665€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 11,58 e 11,525 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 11,785€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 11,525€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 11,395€ e successivamente a 11,33€; stop loss in caso di ritorno sopra 11,665€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 11,33€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 11,255 e 11,14 euro, estesa a 11,04 euro; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 11,45€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 12,36€, per sfruttare eventuali correzioni a 12,24€ e 12,12€, estese a 12,05€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 12,50€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net