Infineon lancia profit warning su ricavi 2019: pesa rallentamento domanda cinese nel settore auto

Maglia nera per le azioni Infineon sulla borsa di Francoforte, dopo che il management del colosso tedesco dei semiconduttori ha tagliato le stime sui ricavi attesi per il 2019. Il titolo ha lasciato sul terreno il 5,20%, fissando l’ultimo l’ultimo scambio giornaliero a 17,78 euro, dopo essere arrivato a perdere oltre otto punti e mezzo percentuali, scivolando sotto quota 17,15 euro.

L’azienda con sede a Neubiberg per l’anno in corso prevede di realizzare un fatturato pari a 8 miliardi di euro, in crescita rispetto ai 7,6 miliardi di euro dei ricavi del 2018, mentre le guidance precedenti pronosticavano un risultato superiore di 300 milioni di euro. I vertici di Infineon hanno spiegato che la sforbiciata ai ricavi è stata principalmente legata alle incertezze economiche globali ed alle previsioni di una debole ripresa della domanda.

Preoccupa, inoltre, il rallentamento delle vendite di automobili in Cina, in decisa frenata già dallo scorso mese di Febbraio, una condizione che ha già influito a far decollare le scorte dei prodotti tedeschi utilizzati soprattutto sui veicoli elettrici. Tagliate anche le stime sulla marginalità, che dovrebbe assestarsi intorno al 16%, in flessione dal 17,5% delle precedenti attese diffusi all’inizio di Febbraio.

Migliori piattaforme per trading sulle Azion

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti fino all'89%ISCRIVITI >>
Markets.comTrading CFD su azioni, criptovaluteConto demoISCRIVITI >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI >>
Xm.comBonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI >>

Andamento azioni Infineon sul breve-medio periodo


Pessima seduta anche dal punto di vista dell’analisi tecnica per il titolo Infineon, che ha ritoccato valori che non si vedevano dalla prima settimana dello scorso Gennaio. Il crollo è stato accompagnato da un deciso aumento del volume di scambio, in crescita di oltre di quasi il 320% rispetto a quello della precedente seduta.

Dal grafico con time-frame giornaliero, in alto, si evince inoltre che le quotazioni avevano anticipato la caduta odierna, già dalle precedenti due sessioni, quando la media mobile minore a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico) aveva tagliato dall’alto verso il basso le medie mobili maggiori a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico). Il classico movimento ribassista appena descritto ha un alto grado di affidabilità e nella maggior parte dei casi in cui si verifica è preludio di ulteriori cali. Il prezzo, nel breve-medio periodo, in caso di mancato recupero potrebbe infatti dirigersi sui minimi degli ultimi tre mesi in area 16,50-16,35 euro.

La prima resistenza di brevissimo si colloca già ad una distanza abbastanza marcata, in area 18,40 euro; mentre soltanto il ritorno in chiusura daily oltre l’EMA 10, che passa in area 18,90 euro, potrebbe riequilibrare il quadro tecnico. Lo scenario ribassista in formazione, invece, potrebbe del tutto annullarsi in caso di recupero, in chiusura giornaliera o meglio ancora settimanale, oltre le EMA a 25 e 50 giorni, che al momento della scrittura transitano in area 19,15-19,10euro.

Tuttavia, è ancora prematuro calcolare eventuali punti di inversione, in quanto, se la discesa delle quotazioni dovesse continuare anche nelle prossime sedute, di conseguenza le medie mobili appena citate si abbasserebbero di livello.

Pattern di trading sul titolo Infineon (IFX) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading long si attiva in caso di allungo oltre 17,90€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 18,02 e 18,19 euro; stop loss in caso di discesa sotto 17,72€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 18,19€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 18,25€ e successivamente a 18,37€; stop loss in caso di ritorno sotto 17,90€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 18,37€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 18,48 e 18,66 euro, estesi a 18,88€; stop loss in caso di ritorno sotto 2,0845€ in close orario o giornaliero.Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 16,88€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 17,04€ ed in seconda battuta a 17,22€, estesi a 17,33€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 16,67€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 17,72€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 17,62 e 17,54 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 17,90€ in chiusura oraria.Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 17,54€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 17,43€ e successivamente a 17,33€; stop loss in caso di ritorno sopra 17,72€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 17,33€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 17,22 e 17,04 euro, estesa a 16,88€ ;stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 17,54€ in close orario o daily. Suggeriti short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 18,88€ ,per sfruttare eventuali correzioni prima a 18,66€ e successivamente a 18,48€, estese a 18,37€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 19,17€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net