Italgas presenta il nuovo piano strategico al 2024: previsti aumento investimenti e crescita dei dividendi

Il mercato accoglie con freddezza la presentazione del nuovo piano industriale al 2024 lanciato dal management della società specializzata nella distribuzione del gas. Le azioni Italgas, infatti, dopo un’apertura di scambi in terreno positivo, hanno invertito rotta, evidenziando un calo intraday del 2%, salvo poi concludere la giornata a quota 4,796 euro, lasciando sul terreno l’1,38%.

Il nuovo piano strategico prevede un deciso incremento degli investimenti, attesi in aumento del 30%, a 4 miliardi euro. Circa 2 miliardi di euro serviranno per lo sviluppo ed il miglioramento della rete, circa 800 milioni di euro per le nuove tecnologie e per la digitalizzazione, mentre 450 miliardi di euro saranno sfruttati per i lavori di metanizzazione in Sardegna. 420 miliardi di euro, invece, saranno impiegati per eventuali operazioni di M&A e per sviluppare le reti di nuova acquisizione. I vertici del gruppo guidato dall’Amministratore Delegato Paolo Gallo prevedono di arrivare a circa 8,5 milioni di contatori installati, incrementando la propria quota di mercato dall’attuale 30% al 40%.

Confermato l’outlook sul 2018, in cui i ricavi attesi si attestano a 1,2 miliardi di euro, ed Ebitda compreso tra 810 e 830 milioni di euro. Il rapporto Ebit/Rab, che misura la redditività degli asset, invece, è previsto al 7%. Gli investimenti sostenuti per quest’anno ammonteranno a 500 milioni di euro. L’AD Gallo ha inoltre dichiarato che gli azionisti del gruppo, per i prossimi tre anni, saranno premiati con un incremento minimo del dividendo del 4% l’anno, partendo da una base di 0,208 euro per azione, che corrisponde al dividendo del 2017, ma con un potenziale aumento che potrebbe salire fino al 60% dell’utile netto consolidato.

Andamento azioni Italgas sul breve-medio periodo

Il deciso recupero dai minimi di periodo toccati appena due settimane fa a quota 4,348 euro si è arrestato sulla più importante resistenza di breve-medio periodo, rappresentata dalla media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), spingendosi fino ad un massimo intraday a quota 4,89 euro.

Tecnicamente, la mancata rottura dell’EMA a 50 periodi, nella maggior parte dei casi, implica un ritorno verso il primo supporto daily, identificato con la media mobile a 25 giorni (la linea di colore rosso sul grafico), che si colloca in area 4,75 euro, circa. L’eventuale fallimento del ritest di EMA 25, invece, con molte probabilità potrebbe dar luogo ad ulteriori affondi con target primario sulla media mobile a 10 giorni (la linea di colore azzurro sul grafico), che transita in area 4,68-4,65 euro, ed obiettivo successivo, in caso di ulteriore debolezza, in area 4,60-4,55 euro, dove potrebbero scattare le prime ricoperture.

Una chiusura daily o meglio ancora settimanale oltre l’EMA a 50 giorni (4,83 euro al momento della scrittura), invece, potrebbe innescare ulteriori estensioni rialziste, in primo luogo in area 4,95 euro ed in secondo momento in area 5-5,05 euro.

Pattern di trading sul titolo italgas (IG.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di close orario oltre 4,842€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 4,872 e 4,892 euro; stop loss in caso di discesa sotto 4,762 € in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti dovessero spingersi oltre 4,892€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 4,92€ e successivamente a 4,97€; stop loss in caso di ritorno sotto 4,842€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 4,97€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 5,01 e 5,05 euro, estesi a 5,10 euro; stop loss in caso di ritorno sotto 4,92€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 4,55€, per sfruttare eventuali veloci rimbalzi, prima a 4,60 euro ed in seconda battuta a 4,66€, estesi a 4,69€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 4,50€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 4,762€ e pronostica i primi due target price in area 4,745 e 4,716 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 4,842€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 4,716€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 4,69€ e successivamente a 4,66€; stop loss in caso di ritorno sopra 4,762€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 4,66€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 4,63 e 4,60 euro, estesa a 4,55€; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 4,716€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 5,10€ ,per sfruttare eventuali correzioni in prima battuta 5,05€ ed in secondo luogo a 5,01€, estese a 4,97€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 5,16€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net