Mercato auto : FCA vola anche in Borsa

Il gruppo Fca archivia il mese di settembre in Italia con una crescita del 20,49 per cento, riuscendo a fare meglio del mercato (+17,43 per cento). Positivi i risultati in Spagna mentre frenano le vendite negli Usa.

Fca : come vanno le vendite ?

Il mercato auto in Italia ha registrato a settembre immatricolazioni in crescita del 17,43 per cento rispetto allo stesso mese del 2015. Complessivamente le auto nuove sono state pari a 153.617 unità e le vetture usate 392.072, per un volume globale delle vendite (545.689) che ha riguardato per il 28,15 per cento le auto nuove e per il 71,85 per cento quelle usate.

Molto bene Fiat Chrysler Automobiles che a settembre ha fatto ancora una volta meglio del mercato, con un incremento del 20,49 per cento rispetto all’analogo periodo del 2015, e con una quota di mercato in rialzo al 29,03 per cento (+0,7).

Fca in crescita sostenuta in Italia ma ancora meglio è riuscita a fare in Spagna.

Nel mese di settembre 2016, le immatricolazioni di auto del gruppo italo-americano sono cresciute del 35,6 per cento rispetto allo scorso anno. Il mercato spagnolo dell’auto nello stesso periodo è salito del 13,9 per cento.

Frenano invece le vendite di Fca negli Usa, con una flessione dell’1 per cento a 192.883 unità sullo stesso periodo del 2015. Nei primi tre trimestri di quest’anno, il gruppo guidato da Sergio Marchionne ha registrato comunque un incremento delle immatricolazioni del 4 per cento.

Azioni FCA in tempo reale : le quotazioni

FCA : i modelli più venduti

Nella classifica delle auto più vendute in Italia, Panda, Ypsilon e 500L occupano le prime tre posizioni. Nella top ten anche la 500 e 500X.

Nel dettaglio, il brand Fiat nel mese di settembre ha chiuso in crescita del 16,02 per cento a 31.800 unità e una quota al 20,75 per cento. Nei primi 9 mesi le vendite del marchio risultano in aumento del 19,65 per cento.La Fiat Panda è ancora una volta a settembre l’auto più venduta con oltre 12.200 unità. In crescita anche la 500L, terza auto più venduta, e la Tipo (oltre 2.900 immatricolazioni). In top ten anche la 500X. Da segnalare i buoni risultati fatti registrare dalla Fiat 124 Spider, la più venduta a settembre nel suo segmento.

Positivi anche i numeri del marchio Lancia. Le immatricolazioni sono risultate in crescita del 18,4 per cento a 5.300 unità. Ypsilon è la seconda auto più venduta del mese, con una quota del 13,1 per cento. Molto bene anche i dati per Alfa Romeo, con vendite in rialzo del 47,25 per cento a 3.800 unità, grazie ai buoni risultati di Giulietta e Giulia.

Infine Jeep, con quasi 3.600 nuove immatricolazioni, per una crescita a settembre del 46,08 per cento e con la Renegade sempre più Suv compatto di grande successo.

Salva

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net