Il presidente Trump si scaglia contro Amazon: titolo in affanno a Wall Street

Nuova tegola sulle azioni del gigante mondiale dell’e-commerce, dopo che l’azienda di Seattle, secondo le indiscrezioni riportate da Axios News, sarebbe finita nel mirino del presidente statunitense Donald Trump, accusata di aver instaurato un vero e proprio monopolio, che ha danneggiato i tradizionali negozi al dettaglio ed i centri commerciali.

Dopo lo scivolone del 6%, accusato nella seduta di Mercoledì 28 Marzo, le vendite stanno ancora continuando ad avere la meglio, anche se si inizia ad intravedere una certa reazione. Le quotazioni hanno toccato un minimo intraday a quota 1.375 dollari, circa, sui valori più bassi dell’ultimo mese e mezzo.

La “dichiarazione di guerra“ di Trump stando agli ultimi rumors circolati potrebbe prevedere la modifica del regime fiscale a cui è sottoposta la società, oppure pesanti sanzioni per la violazione delle norme antitrust sulla concorrenza. Durissimi i toni usati dal presidente USA che in un post su Twitter ha reso noto di non vedere di buon occhio il business di Amazon, che al contrario di altri marchi, secondo lui, pagherebbe poco o quasi niente tasse, in confronto al suo gigantesco volume d’affari, ed userebbe il servizio postale del paese come se fosse un “fattorino personale“.

Secondo la stampa statunitense quella di Trump nei confronti di Amazon sarebbe una vera e propria ossessione, in quanto il numero uno del gruppo leader mondiale delle vendite online, Jeff Bezos, è anche il proprietario del Washington Post. Secondo i detrattori del numero uno della Casa Bianca, l’accanimento contro Amazon sarebbe dovuto ai danni subiti dalle attività del cosiddetto “Tycoon“ e dei suoi ricchi amici membri del partito Repubblicano.

Andamento azioni Amazon sul breve-medio periodo

Al momento della scrittura il titolo Amazon ha recuperato la soglia tecnica e psicologica di area 1.400 dollari. Le quotazioni stanno per riportarsi nuovamente a contatto con l’importante livello tecnico, rappresentato dalla media mobile a 50 giorni (la linea di colore verde sul grafico con time-frame giornaliero, in alto).

La perdita dell’EMA a 50 periodi, in chiusura settimanale, sarebbe un inequivocabile segnale ribassista sul breve-medio periodo, che con molte probabilità potrebbe dar spazio ad ulteriori flessioni con target in area 1.350 dollari ed obiettivo secondario in area 1.300 dollari. La tenuta settimanale del suddetto supporto, invece, potrebbe innescare un possibile pull-back delle medie mobili minori, a 10 e 25 periodi (rispettivamente la linea di colore azzurro e la linea rossa sul grafico), che si intersecano su una sottile fascia di prezzi compresa tra 1.505 e 1.510 dollari. Superata l’area di resistenza appena citata, non si escludono ulteriori allunghi, con obiettivo in area 1.534-1.550 dollari.

Pattern di trading titolo Amazon (AMZN) valido da 1 a 5 giorni

L’apertura del pattern rialzista necessita di una chiusura oraria oltre 1.450,75$ e pronostica i primi due obiettivi in area 1.465,40 e 1.474,45 dollari; stop loss in caso di discesa sotto 1.436,25$ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le posizioni Long in caso di break-out orario di 1.474,45$, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 1.489,20$ e successivamente a 1.503,75$; stop loss in caso di ritorno sotto 1.450,10$ in close orario.

Ed ancora, si consiglia di attivare nuove posizioni al rialzo in caso di estensioni oltre 1.503,75$ in chiusura oraria o daily, per sfruttare eventuali allunghi in area 1.518,75 e 1.528,15 dollari, estesa a 1.543,45$; stop loss in caso di ritorno sotto 1.489,20$ in close orario o giornaliero.Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1.346,90$, per approfittare di eventuali rimbalzi, prima a 1.360,50$ ed in seconda battuta a 1.383,85$; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 1.345$ in chiusura oraria o daily.

L’attivazione del pattern ribassista, invece, prende quota in caso di discesa sotto 1.436,25$ in chiusura di candela oraria e fissa i primi due target price in area 1.427,35 e 1.413,10 dollari ; stop loss in caso di recupero oltre 1.450,75$ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di flessione sotto 1.413,10$ in close orario, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a 1.404,35$ e successivamente a 1.383,85$; stop loss in caso di ritorno sopra 1.436,25$ in close orario.

Lecito insistere con nuove operazioni al ribasso in caso di rottura del supporto orario a 1.383,85$, per sfruttare possibili affondi in area 1.368,95 e 1.360,50 dollari, estesa a 1.346,90$ ; stop loss in caso di ritorno sopra 1.404,35 in close orario o daily.Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 1.543,45$, per approfittare di eventuali correzioni di prezzo in prima battuta a 1.528,15$ ed in un secondo momento a 1.503,75$; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 1.560$ in close orario o giornaliero.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net