L’effetto Prime intacca gli utili di Amazon ed il titolo va giù sul Nasdaq

L’aumento dei costi di spedizione legati alla formula “Prime“, dove i tempi di consegna ai clienti sono scesi da due giorni ad un solo giorno, gratuitamente, ha macchiato i conti trimestrali di Amazon, creando non poca instabilità sull’andamento del titolo in borsa.

Le azioni Amazon hanno terminato gli scambi della seduta di Venerdì 25 Ottobre in calo dell’1,09%, a poco più di 1.761 dollari, limitando la discesa, che nel corso della seduta si era allargata anche a -5%, toccando un minimo intraday a quota 1.695 dollari.

Dai dettagli contenuti nella trimestrale è emerso che il fatturato nel periodo in esame si è assestato a 70 miliardi di dollari, in crescita del 24% su base annua, mentre i profitti sono scesi a 2,1 miliardi di dollari, giù del 26%. L’utile per azione ha subito una flessione a 4,23 dollari dai 5,75 dollari del precedente trimestre, evidenziando la prima battuta d’arresto da più di due anni ad oggi.

Come anticipato, a causare la brusca inversione di tendenza dei profitti ha principalmente influito la maggiore spesa dovuta al passaggio delle consegne dei pacchi da due ad un giorno, nell’ambito del servizio Prime. Consegna entro le 24 ore che fino a poco tempo fa aveva un costo aggiuntivo e che adesso è diventata gratis. Il gruppo guidato dal CEO Jeff Bezos ha ammesso che i costi per le spedizioni nel terzo trimestre sono lievitati del 46%, salendo a 9,61 miliardi di dollari da 6,57 miliardi di dollari dello stesso periodo dello scorso anno.

Lo stesso Bezos è intervenuto per calmare il mercato dopo la brutta reazione alla diffusione dei conti, affermando che i clienti adorano la spedizione superveloce, ridotta ad 1 giorno, e che si tratta di una rivoluzione che apporterà dei benefici nel lungo periodo. Durante le festività, periodo in cui il rivenditore online accelera il proprio business, è previsto un incremento di ulteriori 1,5 miliardi di euro per le spese di consegna gratuita, secondo quanto stimato dal management del gruppo statunitense. Nel quarto trimestre, pertanto, il totale dei costi sostenuti per la consegna potrebbe balzare su un nuovo record storico, avvicinandosi a 11 miliardi di dollari.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con 24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come i segnali per poter essere subito operativi sui titoli azionari. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento azion Amazon sul breve-medio periodo


La risalita dal minimo intraday toccato a 1.695 dollari è stata caratterizzata da un significativo incremento del volume di scambio giornaliero, in crescita di quasi il 90% rispetto a quello della seduta precedente. Nonostante il poderoso recupero, il titolo ha tuttavia chiuso la settimana al di sotto delle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni, che facevano da supporti.

Le due EMA minori, a 10 e 25 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro e la linea rossa sul grafico) transitano non molto lontano dagli attuali valori, in area 1.763,50-1.764 dollari. Tuttavia, soltanto l’eventuale ritorno oltre l’EMA a 50 periodi (la linea di colore verde sul grafico), che passa in area 1.781 dollari potrebbe scongiurare ulteriori affondi.

Oltre EMA 50 in chiusura daily, spazio di risalita in prima battuta verso area 1.815-1.825 dollari e successivamente in area 1.855-1.860 dollari; mentre sotto area 1.740 dollari in chiusura giornaliera, possibili affondi in primo luogo a 1.700-1.685 dollari ed in un secondo momento in area 1.640 dollari.

Pattern di trading sul titolo Amazon (AMZN) valido da 1 a 5 giorni

L’apertura del pattern rialzista necessita di una chiusura oraria oltre 1.768$ e pronostica i primi due obiettivi in area 1.776,70 e 1.781,25 dollari; stop loss in caso di discesa sotto 1.740$ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le posizioni Long in caso di break-out orario di 1.781,25$, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 1.799,10$ e successivamente a 1.810,20$; stop loss in caso di ritorno sotto 1.761$ in close orario.

Ed ancora, si consiglia di attivare nuove posizioni al rialzo in caso di estensioni oltre 1.810,20$ in chiusura oraria o daily, per sfruttare eventuali allunghi in area 1.817,90 e 1.825,10 dollari, estesa a 1.837,75$; stop loss in caso di ritorno sotto 1.781,25$ in close orario o giornaliero. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 1.650,90$, per approfittare di eventuali rimbalzi, prima a 1.667,55$ ed in seconda battuta a 1.684,40$, estesi a 1.705,40$; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 1.635$ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading ribassista, invece, prende quota in caso di discesa sotto 1.740$ in chiusura di candela oraria e fissa i primi due target price in area 1.729,25 e 1.711,95 dollari ; stop loss in caso di recupero oltre 1.768$ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di flessione sotto 1.711,95$ in close orario, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a 1.705,40$ e successivamente a 1.694,85$; stop loss in caso di ritorno sopra 1.740$ in close orario.

Lecito insistere con nuove operazioni al ribasso in caso di rottura del supporto orario a 1.694,85$, per sfruttare possibili affondi in area 1.684,40 e 1.667,55 dollari, estesi a 1.650,90$; stop loss in caso di ritorno sopra 1.711,95$ in close orario o daily. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 1.837,75$, per approfittare di eventuali correzioni di prezzo in prima battuta a 1.817,90$ ed in un secondo momento a 1.810,20$ estese a 1.799,10$; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 1.855$ in close orario o giornaliero.

Piattaforme per fare trading sul titolo Amazon

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI >>
24optionSpread bassi, CFDRendimenti fino all'89%ISCRIVITI >>
Markets.comTrading CFD su azioni, criptovaluteConto demoISCRIVITI >>
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI >>
Xm.comBonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI >>
Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net