Rally azioni Tenaris dopo presentazione nuovo impianto di produzione negli USA

Il titolo TENARIS sale sul gradino più alto del podio a Piazza Affari, evidenziando un rialzo a fine seduta ( 11/12 ) del 2,76%. Gli acquisti sulle azioni della multinazionale italiana che produce tubi senza saldature per condotte di petrolio e gas sono stati calamitati dalla presentazione del nuovo impianto produttivo Tenaris Bay City in Texas, il primo per il gruppo guidato dall’Amministratore Delegato Paolo Rocca, negli Stati Uniti.

Grazie all’entrata in funzione di BayCity Tenaris potrà aumentare il proprio giro d’affari negli States ed in generale in tutto il Nord America, in un mercato dove fino ad ora i prodotti venduti arrivavano dagli stabilimenti siti in altri paesi dove Tenaris era già presente. L’A.D. Rocca oltre ad alzare il sipario sul nuovo impianto statunitense ha colto l’occasione per fare il quadro anche sugli insediamenti argentini di Vaca Muerta e di illustrare le nuove opportunità di business derivanti dalla riforma energetica Messicana. Dopo il biennio di crisi 2015-2016, quindi, si è ben capito come Tenaris punti alla leadership nelle Americhe, un mercato in cui il management del gruppo punta ad una crescita ad un ritmo del +20% annuo nel periodo 2018-2019.

Ottime indicazioni sono arrivate già dai conti del terzo trimestre di quest’anno, chiuso con ricavi in crescita del 32%, a 1,3 miliardi di dollari, e margini in aumento al 17%, con un EBITDA migliorato del 70%. In decisa crescita anche l’utile passato a 79 milioni di euro da un rosso di 33 milioni di euro.

Conferme di crescita anche per l’intero esercizio 2017 che dovrebbe chiudersi con ricavi in aumento versoi 4,4 miliardi ed un EBITDA che grazie a margini in aumento al 18% dovrebbe attestarsi a 775 milioni. L’EBIT, invece, dovrebbe salire a 237 milioni, con un utile netto superiore ai 350 milioni di dollari. L’outlook per il 2018, invece, pronostica una crescita dei ricavi di oltre il 20% a 5,4 miliardi, con un EBITDA in rialzo del 45% a 1,1 miliardi.

Andamento titolo Tenaris sul breve-medio periodo


Grazie al mini-rally messo a segno nelle ultime 3 sedute di borsa, il titolo TENARIS, dopo un mese esatto, si è riportato nuovamente sopra area 13 euro (max intraday 13,07).

Le quotazioni, inoltre, si sono spinte oltre le resistenze di breve-medio perido a 10-25 e 50 giorni. Il rialzo, essendo stato sostenuto da discreti volumi potrebbe proseguire per andare a testare i massimi del mese di Novembre in area 13,30 euro, per tentare un nuovo break-out che consentirebbe al titolo di attaccare la forte resistenza in area 14 euro.

Al ribasso, non si esclude un possibile pull-back sul primo supporto di breve, rappresentato dalla media mobile a 10 periodi (la linea di colore azzurro sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), passante in area 12,60 euro, circa, mentre il supporto daily di fondamentale importanza si colloca sulla fascia di prezzi compresa tra 12,40 e 12,28 euro, range di prezzi su cui transitano le medie mobili a 25 e 50 periodi (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea verde sul grafico ).

Pattern di trading azioni Tenaris (TEN.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di allungo oltre 13,08€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 13,22 e 13,28 euro; stop loss in caso di discesa sotto 12,93€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 13,28€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 13,36€ e successivamente a 13,41€; stop loss in caso di ritorno sotto 13,07€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 13,41€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 13,48 e 13,54 euro, estesa a 13,75€; stop loss in caso di ritorno sotto 13,28€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 12,40€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 12,52 ed in seconda battuta a 12,60 euro; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 12,27€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 12,93€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 12,85 e 12,78 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 13,08€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 12,78€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 12,73€ e successivamente a 12,65€; stop loss in caso di ritorno sopra 12,93€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 12,65€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 12,58 e 12,52 euro, estesa a 12,40€ ;stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 12,78€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 13,75€ ,per sfruttare eventuali correzioni prima a 13,54€ e successivamente a 13,48€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 13,90€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net