Snam firma un accordo con ENI per crescere nella distribuzione di carburanti a basse emissioni

L’impennata dello Spread, ritornato prepotentemente sopra i 180 punti base a causa dei timori legati alla possibilità di elezioni anticipate in Italia, ha penalizzato gran parte delle utility, tra cui SNAM, le cui azioni cedendo oltre 1 punto percentuale sono nuovamente scivolate ad un soffio dal supporto psicologico e statico a 4 euro (minimo 4,0€).

L’aumento dei rendimenti, infatti, penalizza quelle società, in modo particolare le utility, che come SNAM sono gravate da debiti abbastanza elevati. Le quotazioni del titolo del gigante del gas italiano, quindi, non hanno potuto beneficiare dell’accordo firmato dalla stessa Snam con Eni, che prevede lo sviluppo di stazioni di rifornimento a metano estesi su tutto il territorio. Questa nuova joint venture mira ad incentivare la distribuzione di carburanti alternativi a basse emissioni come il gas naturale, nella rete nazionale di distributori Eni.

L’Italia è al primo posto in Europa per consumi di metano per autotrazione, con oltre 1 miliardo di metri cubi consumati all’anno. Sono in tutto 1.000 gli impianti di Eni che erogano GPL, sparsi su e giù per il nostro territorio, e la società del cane a sei zampe mira entro il 2021 ad arricchire l’offerta del 30%. Snam investirà nel progetto comune con Eni, 150 milioni di euro per la realizzazione di 300 nuovi distributori, forte di poter contare sulla rete di metanodotti più estesa e accessibile d’Europa, lunga oltre 32.000 chilometri.

Andamento titolo SNAM sul breve-medio periodo


Impostazione di breve-medio periodo negativa per il titolo SNAM che con la chiusura giornaliera a quota 4,036 euro, evidenziata su grafico con time-frame daily, in alto, si è portato anche sotto la media mobile a 50 periodi (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), transitante a circa 4,085 euro. Tuttavia, comunque, non si escludono eventuali rimbalzi tecnici anche sopra EMA 50, fino a testare le medie mobili minori a 10 e 25 periodi (rispettivamente la prima linea dall’ alto verso il basso e la linea mediana sul grafico).

Quindi soltanto un recupero oltre le suddette medie mobili, sopra are 4,14-4,15 euro, potrebbe negare l’impostazione ribassista in corso che in caso di conferma avrebbe come primo obiettivo di breve il primo supporto di medio-lungo periodo in area 3,90 euro, e come secondo target il forte sostegno in area 3,75 euro, a ridosso dei minimi fatti segnare lo scorso mese di Marzo. Al rialzo, invece, la decisa riconquista di tutti i vecchi supporti di breve, diventati ormai resistenze, segnalati precedentemente in area 4,15 euro, potrebbe favorire ulteriori allunghi con primi obiettivi ipotizzabili in area 4,30-4,34 euro, dove tra l’altro verrebbe chiuso il gap apertosi con lo stacco del dividendo del 22 Maggio scorso.

Strategia di trading sul titolo Snam (SRG.MI): validità 1-5 giorni

La strategia rialzista necessita di una chiusura oraria maggiore di 4,062€ e prevede i primi due obiettivi in area 4,104 e 4,128 euro; stop loss in caso di discesa sotto € 3,996 in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le posizioni Long in caso di break-out orario di € 4,128, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 4,142€ e successivamente a 4,156€; stop loss in caso di ritorno sotto 4,082€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni al rialzo in caso di chiusura oraria oltre 4,156€, per sfruttare eventuali allunghi in area 4,178 e 4,21 euro, estesa a 4,236-4,278 ero€; stop loss in caso di ritorno sotto 4,106€ in close orario. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 3,806€, per approfittare di eventuali rimbalzi, prima a 3,868€ e ed in seconda battuta a 3,892€; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 3,768€ in chiusura oraria o giornaliera.

La strategia ribassista, invece, prende forma in caso di discesa sotto 3,996€ in chiusura di candela oraria e fissa i primi due target price in area 3,972 e 3,956 euro; stop loss in caso di recupero oltre 4,062€ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di rottura del supporto orario a 3,956€, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a 3,918€ e successivamente a 3,892€; stop loss in caso di ritorno sopra 4,01€ in close orario.

Insistere con nuove operazioni al ribasso in caso di flessioni sotto 3,892€ in chiusura di candela oraria, per sfruttare possibili affondi in area 3,868 e3,828 euro, estesa a 3,806€; stop loss in caso di ritorno sopra 3,93€ in close orario. Suggeriti Short speculativi in caso di estensioni al rialzo in area 4,278€, per approfittare di eventuali pull-back di prezzo in prima battuta a 4,236€ ed in un secondo momento a 4,21€; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre 4,32€ in close di candela oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net