Titoli bancari: è giunta l’ora di puntare su Unicredit?

A più di un mese dalla chiusura del cospicuo aumento di capitale da 13 miliardi di Euro sostenuto da Banca Unicredit, molte case d’affari hanno alzato la loro raccomandazione sul valore delle azioni dell’istituto di credito di Piazza Gae Aulenti.

Per l’americana Goldman Sachs UNICREDIT vale almeno 19,4 eur/az.ne, dopo averla inserita nella propria conviction buy list, mentre il target medio sul titolo si aggira tra i 15,50-16,50 Euro. GS crede che ormai il peggio sia passato e stanno iniziando ad intravedersi i primi effetti della ristrutturazione avviata dal nuovo AD del gruppo, Jean Pierre Mustier. Inoltre, secondo il report curato dalla banca d’investimenti americana, le banche europee, con Unicredit in prima fila, sarebbero a forte sconto rispetto ai competitors di oltreoceano, con la forbice di sconto allargatasi al 49% dal 32% medio.

La banca italiana è ritornata ad essere molto attiva sul mercato dei Bond avviando il proprio programma di MTN (emissioni a medio termine) che prevede l’emissione di senior bond in due tranche da due miliardi di dollari ciascuna. Il bond a 5 anni (scadenza Aprile 2022) è stato collocato per 1,25 miliardi di dollari ed offre un rendimento del 3,858%, 200 pb sopra il t-bond di uguale durata; mentre il bond a 10 anni (Aprile2027) è stato emesso per 750 milioni di dollari con un rendimento del 4,741%, 240 pb sopra il t-bond decennale. La collocazione del bond è stata rivolta per il 50% negli USA e per la restante metà in Europa ed Asia.

Andamento titolo Unicredit sul breve-medio periodo


Quadro di breve-medio periodo neutrale per il titolo UNICREDIT, ingabbiato da ormai ben quattro settimane in un trading range compreso tra 14 e 15 Euro. L’uscita dal lato di uno dei due estremi della congestione, sicuramente, detterà il percorso del titolo nei prossimi 2-3 mesi. Attualmente le quotazioni stazionano da una manciata di sedute sulla media mobile a 25 periodi (linea di colore rosso sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), che diventa quindi supporto di brevissimo periodo. Persa EMA 25, il titolo potrebbe scivolare sul sostegno successivo, rappresentato dalla media mobile a 50 periodi (linea rossa sul grafico), transitante in area 13,70-13,75 Euro. Prestare particolarmente attenzione ad EMA 50, supporto di breve-medio periodo e lato inferiore della congestione, la cui eventuale rottura verso il basso potrebbe dar luogo ad ulteriori pressioni ribassiste con target price in area 13,00-12,70 Euro. Al rialzo, invece, una chiusura sopra i 14,50 Euro, potrebbe spingere il titolo verso la parte alta del trading range attuale, in area 15 Euro, la cui rottura attiverebbe target rialzisti di medio periodo in area 17 Euro, con step intermedio a 16 Euro.

Strategia di trading sul titolo Unicredit (UCG.MI): validità 1-5 giorni

Lo scenario rialzista prende forma nel caso in cui si registri una chiusura oraria maggiore di 14,19€ e pronostica i primi due obiettivi in area 14,28 e 14,36 Euro; stop loss con close orario minore di 13,96€. Mantenere o sovrappesare le quote Long in caso di chiusura oraria oltre 14,36€, per cercare di prendere profitto prima a 14,48€ e successivamente a 14,60€; stop loss in caso di discesa sotto 14,14€ in chiusura di candela oraria.

Insistere con ulteriori posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 14,60€, per sfruttare eventuali allunghi in area 14,69 e 14,83 Euro, estesa a 14,97€; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto 14,42€ in chiusura di candela oraria o di giornata. Consigliati acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 13,38€ per puntare a veloci rimbalzi in prima battuta a 13,52€ ed in un secondo momento a 13,76€; stop loss con close orario o daily minore di 13,28€.

Lo scenario ribassista, invece, si attiva in caso di close orario minore di 13,96€ e prevede i primi due target price in area 13,87€ e 13,76 Euro; stop loss in caso di recupero di 14,19€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le posizioni corte nel caso in cui la pressione delle vendite si spinga sotto 13,76€ in chiusura di candela oraria, per cercare di ricoprirsi prima a 13,68€ e successivamente a 13,52€; stop loss in caso di ritorno sopra 13,96€ in close orario.

Lecito aprire nuovi Short in caso di discesa sotto 13,52€ in close orario, per cercare di prendere profitto in area 13,43 e 13,38 Euro, estesa a 13,28€; stop loss in caso di ritorno sopra 13,70€ in chiusura di candela oraria. Short speculativi in caso di allungo in area 14,97€ per approfittare di eventuali correzioni in prima battuta a 14,83€ ed in un secondo momento a 14,69€; stop loss in caso di estensione al rialzo oltre 15,08€ in chiusura oraria o daily.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net