Titolo banco BPM festeggia la messa in vendita di 5 miliardi di euro di crediti deteriorati

Ancora titoli bancari sugli scudi a Piazza Affari, con le azioni BANCO BPM a dettare il passo. Dopo il balzo di quasi 8 punti percentuali (+7,8%) fatto registrare al termine della scorsa settimana, il titolo con a capo l’amministratore delegato Giuseppe Castagna si conferma ben intonato sin dalle prime battute della nuova ottava. È stata proprio la conferma di Castagna alla guida dell’istituto di credito nato dalla fusione tra il Banco Popolare e la Banca Popolare di Milano a dare nuova linfa agli acquisti.

Mentre il rialzo dei giorni scorsi ha beneficiato della messa a punto della cessione di ben 5 miliardi di euro di crediti inesigibili NPL. La dismissione del pesante fardello delle Non-Performig Loans in pancia al gruppo bancario, secondo quanto illustrato in un convegno tenutosi a Ginevra dall’AD in concerto con il responsabile della NPL Unit del banca, Edoardo Ginevra, prevede la suddivisione dell’intero ammontare in due tranche. La prima parte dell’operazione prevede la cessione dei cosiddetti crediti chirografari, quindi non coperti da alcuna garanzia, per un ammontare di 2 miliardi di euro, mentre la seconda parte riguarda la cartolarizzazione di un portafoglio della portata compresa tra 3 e 3,2 miliardi di euro. Il management del gruppo spera di chiudere l’importante operazione di snellimento delle proprie sofferenze, entro i primi mesi del 2018, ma di ricevere le prime proposte di acquisto entro la fine dell’ anno.

Dopo l’ottima news sulla cessione delle NPL, le azioni BANCO BPM sono state letteralmente coperti dai giudizi positivi arrivati da autorevoli case d’affari di caratura internazionale. UBS e Banca IMI hanno espresso il loro giudizio sul valore del titolo, attribuendo rispettivamente un target price a 4 e 3,8 euro.

Andamento titolo banco BPM sul breve medio periodo


Dopo aver toccato i top a 6 settimane a quota 3,344 euro, il titolo BANCO BPM ha chiuso gli scambi giornalieri con un timido rialzo dello 0,16% a quota 3,286 euro. Le quotazioni sono state momentaneamente respinte dalla forte resistenza tecnica individuata a cavallo di area 3,33-3,35 euro. Soltanto una chiusura daily sopra il livello appena indicato, quindi, getterà le basi per ulteriori allunghi, che hanno nei 3,40-3,41 euro l’obiettivo minimo sindacale, ed in area 3,48-3,50 euro il secondo target pronosticato.

Nel corso dell’ ottava precedente, tutte le medie mobili di riferimento a 10-25 e 50 periodi, inoltre si sono intersecate tra di esse, con quelle minori che hanno tagliato verso l’ alto quelle maggiori, come è ben visibile sul grafico con time-frame giornaliero, in alto, un segnale di forza inequivocabile, sfociato nel rialzo dei giorni successivi.

Al ribasso, invece, i primi supporti si collocano sulla stretta fascia di prezzi su cui transitano le EMA a 10 e 25 gg (rispettivamente la linea di colore azzurro e la linea rossa sul grafico), in area 3,22-3,19 euro. Mentre finché il titolo continuerà ad essere scambiato al di sopra della media mobile a 50 giorni (la linea verde sul grafico) passante in area 3,14 euro, rimarrà valida la pista rialzista indicata tra le righe del paragrafo precedente.

Modello di trading sul titolo banco BPM (BAMI.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il modello rialzista suggerisce l’apertura di posizioni rialziste in caso di break-out orario di 3,296€ e fissa i primi due obiettivi in area 3,33 e 3,354 euro; stop loss in caso di discesa sotto 3,272€ in close orario. Mantenere o aumentare l’ esposizione rialzista in caso di chiusura oraria o daily sopra 3,354€ per cercare di prendere profitto in prima battuta a 3,388€ e successivamente a 3,418€; stop loss in caso di ritorno sotto 3,296€ in chiusura giornaliera.

Insistere con nuove posizioni lunghe nel caso in cui gli acquisti dovessero spingersi oltre 3,418€ in chiusura di candela oraria, per puntare ad eventuali allunghi in area 3,434 e 3,454 euro, estesa a 3,466€; stop loss in caso di ritorno sotto 3,354€ in close orario. Long sulla debolezza in caso di affondo in area 3,094€ per approfittare eventuali velici recuperi in area 3,124 e 3,16€; stop loss in caso di ulteriori discese sotto 3,07€ in close orario o daily.

Il modello ribassista, invece, consiglia l’apertura di posizioni ribassiste in caso di discesa sotto 3,272€ in chiusura di candela oraria, per tentare di prendere profitto in un primo momento a 3,252€ ed in seconda battuta 3,23€; stop loss in caso di recupero sopra 3,296€ in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di flessioni sotto 3,23€ in chiusura oraria o giornaliera, per sfruttare ulteriori affondi in area 3,198 e 3,18 euro; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra 3,272€ in close orario o di giornata.

Ed ancora, lecito attivare nuove posizioni corte nel caso in cui la pressione in vendita dovesse rompere il supporto orario a 3,18€ , per cercare di ricoprirsi in area 3,16 e 3,124euro, estesa a 3,094€; stop loss in caso di recupero oltre 3,23€ in chiusura oraria. Short speculativi in caso di estensione al rialzo in area 3,466€, per sfruttare eventuali correzioni, prima a 3,434€ e successivamente a 3,418€; stop loss strettissimo in caso di close orario o daily maggiore di 3,49€.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net