Titolo BMW affonda a Francoforte dopo profit warning su ricavi ed utili 2018

Pesante tonfo per il titolo BMW sulla borsa di Francoforte, che ha chiuso la seduta di Martedì 25 Settembre in calo di quasi 5 punti e mezzo percentuali, a 79 euro. Il crollo delle azioni del colosso automobilistico tedesco è stato causato dal Profit Warning lanciato dal management del gruppo sulle stime attese per il 2018.

Nei dettagli, si prevedono ricavi in lieve calo per l’anno in corso rispetto a quelli realizzati per il 2017,a dispetto del modesto aumento pronosticato nelle precedenti stime. Il margine EBIT atteso dovrebbe assestarsi al 7%, in flessione rispetto all’8-10% precedentemente auspicato. Attesa anche una lieve flessione per quanto riguarda l’utile prima delle imposte, sia nei confronti del risultato realizzato nell’esercizio 2017, che per quanto riguarda le prime valutazioni, che stimavano valore stabile.

La revisione al ribasso è stata elaborata adottando in anticipo i principi “WLTP” sulle emissioni, che secondo quanto reso noto dal management “ comportano significative distorsioni dell’offerta in diverse aree di mercato europee; nonché sui altri mercati internazionali su cui pesano “ i continui conflitti commerciali che contribuiscono ad alimentare le incertezze”.

La nuova normativa WLTP europea, ovvero la nuova procedura di omologazione, comporterà l’implementazione di nuovi test che faranno lievitare i costi di avviamento. Il comunicato emesso dai vertici di BMW, inoltre, rende noto che i maggiori effetti negativi, tra quelli appena citati, si verificheranno nel terzo e nel quarto trimestre.

Andamento azioni BMW sul breve-medio periodo

Il pesante rosso giornaliero ha portato il bilancio del titolo BMW da inizio anno, ad evidenziare un calo di quasi 10 punti percentuali. Dal punto di vista tecnico, il quadro grafico di breve-medio periodo risulta definitivamente compromesso ed improntato al ribasso, in quanto le quotazioni sono scese sotto le tre medie mobili di riferimento a 10-25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore azzurro, la linea rossa e la linea verde sul grafico con time-frame giornaliero, in alto), con un notevole aumento dei volumi di scambio.

La formazione di tre candele giornaliere rosse consecutive, ben visibili sul grafico, inoltre, rappresenta un pattern ribassista di comprovata affidabilità, denominato Three Black Crow Candle. Nel mirino il gap ribassista rimasto aperto a quota 77,77 euro, corrispondente alla chiusura dello scorso 4 Luglio. Il primo obiettivo nel caso in cui le vendite dovessero continuare ad avere la meglio, ed il modello di trading ribassista dovesse attivarsi, viene individuato sulla media mobile a 3 mesi, che al momento della scrittura si colloca in area 76,50 euro. L’eventuale perdita del forte supporto di medio-lungo periodo appena indicato potrebbe favorire ulteriori estensioni ribassiste in area 70 euro.

Al rialzo, invece, non si esclude un possibile tentativo di rimbalzo, ovvero un tentativo di testare la resistenza dinamica, nonché ex supporto, che passa in area 81,30 euro. Soltanto un ritorno oltre area 82,60-82,70 euro, in chiusura settimanale (zona su cui transitano le tre EMA di riferimento) potrebbe scongiurare lo scenario ribassista descritto in precedenza, fornendo la spinta per allunghi in area 84-85 euro.

Pattern di trading titolo BMW valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di allungo oltre 79,4€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 79,90 e 80,70 euro; stop loss in caso di discesa sotto 78,15€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 80,70€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 81,20€ e successivamente a 81,7€; stop loss in caso di ritorno sotto 79,90€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 81,70€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 82,20 e 83 euro, estesi a 83,50€; stop loss in caso di ritorno sotto 80,70€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 74,60€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 75,65€ ed in seconda battuta a 76,15€, estesi a 76,90€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 73,85€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 78,15€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 77,65 e 76,90 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 79,40€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 76,90€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 76,40€ e successivamente a 76,15€; stop loss in caso di ritorno sopra 77,65€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 76,15€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 75,65 e 74,90 euro, estesa a 74,60€ ;stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 76,90€ in close orario o daily. Suggeriti short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 83,50€ ,per sfruttare eventuali correzioni prima a 82,20€ e successivamente a 81,70€, estese a 81,20€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 84,30€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.àn,

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net