Titolo SNAM resiste al crollo di Piazza Affari limitando le perdite

In giornate in cui sull’indice Ftse Mib la tempra di trader ed investitori viene messa a dura prova a causa delle forti vendite subite da gran parte del titoli presenti sul principale listino della borsa milanese, le azioni Snam limitano i danni, con dei cali abbastanza contenuti. Il titolo del gigante del gas di San Donato nelle ultime due sedute di scambi ha lasciato sul terreno poco più di tre punti percentuali, contro le perdite a doppia cifra di alcune azioni del settore bancario e finanziario in generale.

Snam ha quindi continuato a distinguersi come titolo su cui puntare nei momenti in cui volatilità e speculazione ritornano a fare la voce grossa a Piazza Affari. Le quotazioni sono state indubbiamente sostenute dall’intesa siglata tra Snam e Baker Hughes, società controllata dal gruppo General Electric, per la realizzazione di infrastrutture di micro-liquefazione. Entro la fine di quest’anno le due aziende in questione potrebbero iniziare i lavori per la costruzione di quattro impianti di micro-liquefazione sul territorio italiano, per promuovere e sviluppare la mobilità sostenibile attraverso la produzione di gas naturale liquefatto GNL o Bio-GNL.

L’operazione prevede un investimento compreso tra 50 ed 80 milioni di euro e se andrà in porto consentirà di intensificare la produzione di gas rinnovabile a zero emissioni di CO2 destinato al settore dei trasporti. Quello del Gas naturale liquefatto per trasporti pesanti è un settore in forte sviluppo, negli ultimi 2 anni i veicoli che utilizzano questo carburante sono passati da circa 100 unità a 1.000 unità, e le stazioni di rifornimento che garantiscono il servizio GNL sono aumentate a 20 unità.

Il deal con Baker Hughes arriva una settimana dopo l’acquisizione da parte della controllata di Snam, Snam4Mobility, del ramo d’azienda di M.T.M. specializzato nella realizzazione di soluzioni tecnologiche per le stazioni di rifornimento di gas naturale. Il closing previsto per l’operazione si dovrebbe aggirare sui 12,5 milioni di euro e prevede anche l’acquisizione di Cubogas divisione leader a livello internazionale che si occupa di soluzioni per il rifornimento di gas naturale compresso (CNG).

Andamento azioni Snam sul breve-medio periodo

Sentiment di breve-medio periodo molto depresso per il titolo Snam, sceso sotto tutti i supporti rappresentati dalle medie mobili a 10-25 e 50 giorni. Il tentativo di inversione, in presenza di ipervenduto di brevissimo, come evidente sul grafico con time-frame giornaliero, ha trovato un forte ostacolo nella media mobile a 10 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico).

La mancata reazione dagli attuali livelli potrebbe generare ulteriori affondi, con target in area 3,50 euro, sui minimi dell’anno. Scenario ribassista scongiurato soltanto in caso di ritorno oltre EMA 10, in area 3,75 euro. Per una netta inversione rialzista, invece, sarebbe opportuno un deciso break-out oltre area 3,80-3,85 euro, zona fitta di resistenze su cui transitano le medie mobili a 25 e 50 giorni (rispettivamente la linea di colore rosso e la linea di colore verde sul grafico), per ambire ad un pronto recupero fino a quota 3,95-4 euro.

Pattern di trading sul titolo Snam (SRG.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di allungo oltre 3,625€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 3,648 e 3,67 euro; stop loss in caso di discesa sotto 3,57€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 3,67€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 3,707 € e successivamente a 3,742€; stop loss in caso di ritorno sotto 3,625€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 3,742€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 3,776 e 3,80 euro, estesi a 3,838€; stop loss in caso di ritorno sotto 3,707€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 3,392€, in ottica di rimbalzo, in primo luogo a 3,447€ ed in seconda battuta a 3,504€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 3,35€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 3,57€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 3,55 e 3,526 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 3,625€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 3,526€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 3,504€ e successivamente a 3,478€; stop loss in caso di ritorno sopra 3,57€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 3,478€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 3,447 e 3,426 euro, estesa a 3,392€ ;stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 3,526€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 3,838€ ,per sfruttare eventuali correzioni prima a 3,776€ e successivamente a 3,742€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 3,88€ in chiusura di candela oraria o giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net