Scattano le ricoperture sul titolo Tenaris in rally di oltre l’8%

Il titolo Tenaris si riscatta mettendo a segno un rialzo dell’8,53%, dopo il tonfo post-trimestrale che aveva portato il valore delle azioni del leader mondiale nella costruzione di tubi senza saldature per condotte petrolifere e di gas, sul minimo da Febbraio 2016 a 8,956 euro.

Le quotazioni di Tenaris si sono risollevate dopo aver evidenziato eccessi di ipervenduto di brevissimo e breve periodo, supportate dal recupero del prezzo del petrolio ed in scia ai rialzi dei titoli delle società estere che operano nel settore OIL, come Schlumberger ed Halliburton.

Il titolo del gruppo guidato dal Presidente e Ceo, Paolo Rocca, era piombato sui minimi da Febbraio 2016 a causa di una deludente trimestrale. Il periodo Luglio-Settembre si è infatti concluso con un fatturato in calo del 7,1%, a 1,764 miliardi di dollari, lievemente sotto le attese degli analisti, pari a 1,775 miliardi di dollari.

Giù anche i margini, con l’Ebitda in flessione del 18,2% (-250 basis point) a 321,7 milioni di dollari, contro i 333,6 milioni di dollari pronosticati dagli analisti; mentre l’Ebit ha mostrato una contrazione del 27,6% a 187,2 milioni di dollari ,a dispetto dei 190 milioni di dollari stimati dal consensus, con un margine assestatosi al 13,6% dal 10,6% precedente.

Di conseguenza, l’utile netto del terzo trimestre si è ridotto a 106,5 milioni di euro, crollando di oltre il 50% se confrontato ai 247 dollari dell’analogo periodo dell’anno precedente. Netto anche il calo rispetto ai 176,7 milioni di dollari pronosticati dagli analisti. Sotto l’aspetto patrimoniale va inoltre riportato che il debito netto in pancia al gruppo, allo scorso 30 Settembre, è aumentato a 964,1 milioni di dollari, lievitando rispetto ai 706,2 milioni di dollari dello scorso 30 Giugno.

Alla luce dei conti trimestrali appena riportati e per le attese stimate per il biennio 2020-2021, molte case d’affari hanno ridotto il loro giudizio sul titolo Tenaris. Per Kepler Cheuvreux il valore delle azioni Tenaris è di 12 euro, con una raccomandazione a “ Buy “ nonostante un calo del consenso sui conti atteso tra il 5-10%.

Mediobanca Secutities ha tagliato le stime sul prezzo obiettivo da 11 euro a 10,5 euro, limando il consensus sull’Ebitda 2019-2021 tra il 3% ed il 6%. Banca Akros ha rivisto il proprio prezzo obiettivo portandolo a 13 euro da 13,5 euro. Giudizi sul target price atteso sul titolo Tenaris, tuttavia, maggiori degli attuale valore di mercato, che potrebbero indurre investitori e trader ad aggiungere le azioni noi propri portafogli.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con 24option (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come i segnali per poter essere subito operativi sui titoli azionari. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento azioni Tenaris sul breve-medio periodo


Come ben visibile sul grafico giornaliero, in alto, il titolo Tenaris si è riportato in zona neutrale, risalendo al di sopra delle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 periodi. Per un’eventuale inversione al rialzo, tuttavia, sarà necessaria una conferma nelle sedute successive al di sopra delle tre EMA che facevano da resistenze.

Primo ostacolo dinamico che si è spostato in area 9,84-9,85 euro, che se superato potrebbe favorire il ritorno in area 10-10,10 euro ed un successivo allungo in area 10,40-10,50 euro. Il primo sostegno di brevissimo passa invece su EMA 50 (la linea di colore verde sul grafico) in area 9,72 euro. Allarme rosso, invece, in caso di flessione giornaliera sotto le EMA a 10 e 25 giorni (linea azzurra e linea rossa sul grafico) che transitano in area 9,49-9,45 euro

Pattern di trading sul titolo Tenaris (TEN.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di recupero oltre 9,84€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 9,888 e 9,948 euro; stop loss in caso di discesa sotto 9,766€ in close orario. Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 9,948€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 9,986 e successivamente 10,026€; stop loss in caso di ritorno sotto 9,826€ in close orario o giornaliero.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close orario o daily maggiore di 10,026€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 10,088 e 10,232 euro, estesi a 10,36 euro; stop loss in caso di ritorno sotto 9,888€ in close orario o giornaliero. Ed ancora, Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 9,398€, in ottica di rimbalzo a 9,492€ e 9,548€, esteso a 9,648€; stop loss in caso flessione sotto 9,27€ in chiusura oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 9,766€ e consiglia di prendere i primi profitti a quota 9,706 e successivamente a quota 9,648 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 9,84€ in chiusura oraria. Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 9,648€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 9,588€ e successivamente a 9,548€; stop loss in caso di ritorno sopra 9,766€ in close orario.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 9,548€ in close orario o giornaliero, con l’intento di ricoprirsi in area 9,492 e 9,432 euro, estesa a 9,398 euro; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 9,706€ in close orario o daily. Ed ancora, short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 10,36€, per sfruttare eventuali correzioni a 10,232€ e 10,088€, estese a 10,026€; stop loss in caso allungo sopra 10,52€ in chiusura giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net