Trimestrali Usa hi-tech: bene Microsoft e Intel, rallenta Google

I principali colossi hi-tech made in Usa pubblicano i conti trimestrali. Microsoft batte le attese mentre Google rallenta. Positivi anche i dati di Intel. In crescita i servizi cloud.

Microsoft: risultati trimestre

Il colosso di Redmond archivia il quarto trimestre dello scorso anno con utili in crescita del 4 per cento a quota 5,2 miliardi di dollari e un fatturato in rialzo dell’1,2 per cento a 24,09 miliardi di dollari.

L’utile per azione è stato pari a 84 centesimi, un dato superiore ai 79 centesimi atteso dagli analisti.

Nel dettaglio, bene i servizi cloud in progresso dell’8 per cento a quota 6,9 miliardi di dollari, con Azure, piattaforma specifica per aziende, in rialzo del 93 per cento.

Da segnalare anche i risultati del social network LinkedIn, comprato lo scorso giugno e per la prima volta in bilancio: a dicembre ha registrato entrate per 228 milioni di euro.

Satya Nadella, ceo di Microsoft, ha commentato positivamente i dati trimestrali del gruppo fondato da Bill Gates.

Google: utili e fatturato

Google ha chiuso il quarto trimestre del 2016 con utili in crescita dell’8,3 per cento a quota 5,33 miliardi di dollari a fronte dei 4,92 miliardi del precedente esercizio.

Gli utili per azione, al netto dei componenti straordinari, sono risultati pari a 9,36 dollari, un dato inferiore alle attese degli analisti, a seguito di più elevati oneri fiscali. Il fatturato del colosso di Mountain View è salito a 26,06 miliardi di dollari, superando le attese del mercato.

Aumenta la raccolta pubblicitaria del gruppo del 17,4 per cento a quota 22,4 miliardi di dollari, con risultati positivi per le divisione “cloud e app”, con introiti in rialzo del 62 per cento a quota 3,4 miliardi di dollari.

Intel: ricavi in crescita

Intel ha archiviato il quarto trimestre del 2016 con utili in diminuzione dell’1 per cento a 3,6 miliardi di dollari rispetto all’analogo periodo del precedente esercizio.

Gli utili per azione al netto dei componenti straordinari sono però aumentati del 4 per cento a 79 centesimi, superando le previsioni degli analisti.

I ricavi del colosso di microchips sono aumentati del 10 per cento a 15,75 miliardi di dollari rispetto allo stesso trimestre del 2016.

In evidenza il fatturato di vendite nella divisione PC, in crescita del 4 per cento.

Intel ha reso noto anche i dati riferiti al bilancio del 2016, con utili totali in calo del 10 per cento a 10,3 miliardi di dollari e un fatturato in progresso del 7 per cento a quota 59,4 miliardi di dollari.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net