Come richiedere estratto conto Equitalia

Se avete avuto debiti saldati o in fase di rimborso nei confronti di Equitalia, e volete comprendere quale sia la vostra situazione aggiornata, tutto ciò che dovete fare è domandare un estratto conto. Ebbene, contrariamente a quanto avveniva in passato, quando la richiesta di un estratto conto Equitalia doveva necessariamente farsi allo sportello dell’agenzia per la riscossione, oggi è possibile controllare la propria situazione comodamente da casa, gratuitamente e in qualsiasi momento. Ma come?

Che cosa è possibile fare da casa

Come abbiamo anticipato nelle righe che precedono, grazie ai nuovi servizi predisposti dall’Agenzia delle Entrate, è possibile verificare il riepilogo complessivo dei documenti saldati o non ancora pagati, dal 2000 ad oggi, controllare il dettaglio di ognuno dei documenti visualizzati, la presenza di eventuali provvedimenti e, se lo si desidera, generare un codice Rav mediante il quale effettuare il pagamento online.

In altri termini, attraverso i servizi predisposti dall’Agenzia delle Entrate sarà ben possibile effettuare ogni operazione informativa e dispositiva legata alla propria posizione Equitalia. Il tutto, mediante un servizio stabile e intuitivo, che sicuramente sarà in grado di essere sfruttato adeguatamente per ogni esigenza personale o professionale.

Come accedere all’area riservata online per richiedere l’estratto conto Equitalia

Per poter avere accesso all’estratto conto Equitalia occorre procedere ad un’autenticazione all’area riservata online. In merito, avete quattro alternative tra le quali scegliere la più comoda:

  • con le credenziali SPID, Sistema Pubblico di Identità Digitale;
  • con le credenziali di Agenzia delle entrate;
  • con le credenziali Inps;
  • con la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) tramite smart card.

Una volta effettuato l’accesso, vi troverete davanti a una schermata con numerose alternative utili per poter gestire la situazione debitoria. Cliccate dunque su Controlla la situazione – Estratto conto tramite il menu a sinistra della pagina o mediante il link diretto al centro della stessa.

In tal modo, accederete a una serie di sotto-sezioni alternative. Cliccando su Consulta, accederete a una maschera di ricerca di documenti relativi alla vostra situazione debitoria. Nel dettaglio, troverete un campo precompilato con il vostro codice fiscale, un menu a tendina nel quale troverete l’elenco delle province in cui risultano delle cartelle o degli avvisi, e un pulsante di tipologia di ricerca di documenti tra “da saldare” o “saldati”. Fatte tali scelte, cliccate poi su Prosegui.

In pochi secondi, avrete l’opportunità di dare uno sguardo al vostro estratto conto di Equitalia, visualizzando i numeri di documenti, la loro descrizione (avvisi di pagamento, cartelle, avvisi di addebito, avvisi di accertamento), l’ente creditore, la data di notifica, l’importo iniziale e quello residuo da pagare, la presenza di provvedimenti di sospensione, di rateizzazione o di sgravio sul documento in esame, e ulteriori dettagli.

Dalla stessa sezione sarà inoltre possibile consultare il dettaglio dei tributi, con il loro codice, la descrizione, l’ente impositore, l’anno di riferimento, la rateizzazione eventuale, l’importo a ruolo iniziale, gli interessi, l’importo eventuale sgravato, gli importi sospesi e quelli residui. Per ogni pagamento sarà poi possibile consultare quietanze, date e importi, ottenendo così un quadro puntuale della vostra situazione debitoria passata o presente con Equitalia.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net