Prestiti famiglie e produzione industriale in crescita a Maggio 2017

In crescita a maggio i dati sulla concessione di credito alle famiglie da parte degli istituti italiani. È quanto contenuto nell’ultimo report pubblicato da Bankitalia. Buone notizie anche per le imprese che, nello stesso mese, registrano un rialzo della produzione industriale rispetto ad aprile.

Prestiti famiglie

In base agli ultimi dati di Via Nazionale, sono cresciuti a maggio i prestiti concessi a privati dell’1 per cento.

Nel dettaglio, i prestiti alle famiglie sono aumentati del 2,5 per cento ed i finanziamenti alle società non finanziarie dello 0,3 per cento. Con riguardo ai depositi privati, sono risultati in progresso del 4 per cento mentre la raccolta obbligazionaria è scesa del 16,1 per cento, entrambi i dati su base annua.

Bankitalia ha messo in risalto a maggio il rallentamento della crescita delle sofferenze bancarie, pari a un tasso del 5,5 per cento a fronte del 6,7 per cento registrato nel mese precedente. I tassi di interesse applicati sui prestiti a famiglie per la compravendita di abitazioni sono risultati in lieve crescita al 2,50 per cento dal 2,49 di aprile.

Con riferimento infine ai tassi sul credito al consumo, sempre a maggio, sono stati pari all’8,10 per cento mentre i tassi passivi sui depositi pressoché invariati allo 0,40 per cento.

>>> CHIEDI SUBITO IL TUO PREVENTIVO DI PRESTITO FACENDO CLICK QUI <<<

Produzione industriale Italia maggio 2017

Cresce a maggio la produzione industriale dello 0,7 per cento su aprile e del 2,8 per cento su base annua.

Nel periodo marzo-maggio 2017, la produzione dell’industria italiana è risultata in progresso dello 0,2 per cento rispetto al trimestre precedente. Considerando i primi cinque mesi dell’anno, la produzione registra un dato positivo dell’1,7 per cento sull’analogo periodo del 2016. Nel dettaglio, in evidenza i beni strumentali, aumentati del 2,3 per cento mentre più moderata la crescita per i beni di consumo (+0,2 per cento).

Dati in rosso per l’energia, in calo dell’1,0 per cento. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si registrano dati positivi per tutti i comparti: beni di consumo (+2,5 per cento), energia (+1,0 per cento), beni intermedi (+0,4 per cento).

Con riferimento alle diverse tipologie di attività economiche, i settori con la maggiore crescita tendenziale sono stati quelli dediti alla fabbricazione di mezzi di trasporto (+7,3 per cento) e industrie manifatturiere (+6,7 per cento). Cali più marcati invece per la divisione dell’attività estrattiva (-18,8 per cento) e per la fabbricazione di apparecchiature elettriche e non elettriche (-5,0 per cento).

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net