Apple: nuovo iPhone 7 ma mercato saturo?

È tutto pronto per l’arrivo del nuovo iPhone 7 ma gli analisti ritengono che il mercato sia ormai prossimo a raggiungere il livello di saturazione.

Smartphone mercato 2016

Nel 2016 la crescita del comparto degli smartphone sarà pari all’1,6 per cento, corrispondente ad una quota di 1,46 miliardi di unità vendute. È quanto contenuto nell’ultimo rapporto pubblicato da IDC.

Manca ormai davvero poco alla presentazione e all‘arrivo sul mercato del nuovo iPhone 7, il prodotto di punta della Apple, in programma per il 7 settembre 2016.Cresce l’attesa dei fan per le novità che saranno introdotte sul nuovo terminale da Cupertino ma gli analisti rimangono piuttosto scettici, ritenendo che il boom del comparto sia ormai giunto al capolinea.

Come anticipato, secondo Idc, nel 2016 il settore crescerà soltanto dell’1,6 per cento, a quota 1,46 miliardi di telefoni venduti in confronto al 2015, anno in cui il mercato era aumentato del 10,6 per cento sul 2014.

Apple aumento ordini

I vertici di Apple appaiono comunque fiduciosi, malgrado il mercato dei device mobili sia sempre più difficile ed estremamente concorrenziale.

Secondo quanto sostenuto nelle scorse ore da Digitimes, i responsabili di Cupertino avrebbero optato per un ulteriore aumento della produzione dei due nuovi modelli di iPhone. Sarebbe infatti stato deciso di incrementare il numero di ordini dei componenti di circa il 10 per cento.Il motivo è il vantaggio “regalato” nei giorni scorsi proprio dal suo più agguerrito concorrente, Samsung, a seguito del ritiro dal mercato del Galaxy Note 7 per problemi alla batteria (registrati 35 casi di esplosione, ndr).

I difetti del nuovo top di gamma dell’azienda sudcoreana si sono trasformati in una grande opportunità per Apple di acquisire nuovi clienti. L’azienda californiana è convinta che l’accoglienza del nuovo smartphone pertanto sarà positiva.

Apple crede di potersi avvantaggiare notevolmente dal ritiro dal mercato dei modelli del Samsung Galaxy Note 7.

Oltre all’iPhone 7 e 7 Plus, dovrebbe essere presentato, per la prima volta nella storia, il nuovo modello dell’iPhone 7 Pro, principale concorrente proprio del Galaxy Note 7.Secondo le ultime indiscrezioni, per il lancio sul mercato del nuovo smartphone, l’Italia dovrebbe far parte del primo step di distribuzione, insieme a USA, Giappone, Gran Bretagna, Francia, Germania e Australia.

Il nuovo smartphone di Cupertino è atteso nei negozi nel corso dell’ultima settimana di settembre.

Al momento però gli unici convinti di poter conseguire dei profitti per l’arrivo del nuovo iPhone sono gli investitori, fiduciosi di poter incrementare i guadagni dopo aver acquistato il titolo di Cupertino nelle settimane precedenti al lancio e ora pronti a rivendere. Tra poco scopriremo se sarà effettivamente così anche quest’anno.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net