Comprare senza passare in cassa: Amazon go e i supermercati del futuro

Amazon, uno dei marketplace virtuali più grandi al mondo, sta preparando lo sbarco nei mercati tradizionali con la novità Amazon go.

Per sbaragliare la concorrenza nell’ormai saturo mercato globale dei supermercati, il colosso americano sta per rivoluzionare le nostre abitudini di consumo: potremo acquistare beni senza fare la fila alle casse e pagare tramite un’app.

Il successo di Amazon: dalla libreria online ai prodotti alimentari

L’azienda di Jeff Bezos è nata a Seattle ed ha venduto nel 1995 il suo primo libro tramite la propria neonata piattaforma di eCommerce.

Da allora la piccola startup è cresciuta tra alti e bassi fino a diventare la più grande libreria virtuale e uno dei marketplace più forniti del web.

Negli anni il core business si è esteso dai libri ad ogni genere di beni e servizi, rendendola un’azienda in grado di vendere generi alimentari e di produrre contenuti cinematografici.

I punti di forza che hanno decretato il successo commerciale dell’azienda di Bezos sono l’ottimo customer care e la velocità di consegna delle merci.

L’efficienza e la puntualità di Amazon hanno conquistato la fiducia dei consumatori e ciò ha permesso di vendere una gamma sempre crescente di prodotti e servizi, senza snaturare la natura della piattaforma.

Amazon go e lo sbarco nel commercio tradizionale

Le ultime novità del colosso dell’eCommerce avevano iniziato a destare preoccupazione nelle catene della GDO: la consegna in poche ore di generi alimentari con Amazon Fresh e la possibilità di acquistare beni in maniera continuativa tramite i dash button hanno iniziato a forzare le nostre abitudini di consumo.

Ora Amazon go va a turbare i sonni tranquilli dei retailer tradizionali: il primo negozio reale targato Amazon apre a Seattle, sede originaria dell’azienda, per iniziare la corsa alla colonizzazione del mercato offline.

Già aperto in via sperimentale soltanto per i propri dipendenti, dall’inizio del 2017 lo store sarà accessibile a tutti.

Il piano di espansione prevede una serie di aperture che porterà alla creazione di una rete di 2000 punti vendita negli Stati Uniti. Non ci vorrà poi molto tempo prima che l’azienda inizi ad espandere il progetto anche nelle altre nazioni.

Un negozio senza denaro e senza casse

La novità rispetto ai supermercati a cui siamo abituati consiste nell’assenza di casse in cui pagare ciò che si è acquistato: terminata la spesa si potrà uscire dallo store senza doversi mettere in coda per pagare.

Basterà accedere all’apposita applicazione per smartphone Amazon go, entrare e prendere dagli scaffali ciò di cui si ha bisogno.

Al termine degli acquisti basterà recarsi all’uscita e, tramite l’app, l’importo della spesa ci verrà addebitato sul metodo di pagamento associato al nostro account su Amazon.

Un sistema di sensori e telecamere associati a sistemi di deep learning saranno in grado di controllare ciò che avremo acquistato e aggiorneranno il nostro cartello virtuale che sarà completato uscendo dal negozio.

Cosa vendono i negozi Amazon go?

I negozi Amazon go offriranno perlopiù generi alimentari: si potranno acquistare alimenti e bevande, pasti già pronti e prodotti di rosticceria.

Saranno poi disponibili gli Amazon Meal Kits, che conterranno il necessario per preparare un pranzo da chef per due persone che sarà pronto in soli 30 minuti.

Tra gli scaffali sarà presente inoltre una selezione di prodotti dei migliori marchi e di offerte su misura di Amazon.

Gli store non saranno quindi ipermercati concepiti per la spesa settimanale, che si potrà fare tramite il sito di eCommerce, ma negozi in cui prendere il necessario per la giornata limitando il tempo dell’acquisto al passaggio tra i pochi scaffali.

Nuove abitudini di acquisto

Se gli attuali supermercati sono studiati per farci restare al loro interno quanto più a lungo possibile, negli store di Amazon il tempo di permanenza sarà limitato all’osso.

Quanto si adatta ai nostri stili di vita frenetici l’obbligo di dover passare per tutte le corsie?

Troveremo più casse aperte per limitare le code e vicino a queste troveremo oggetti più utili di dolciumi e caramelle?

Sicuramente la disposizione dei prodotti sarà differente e troveremo i prodotti assortiti in base alle esigenze di consumo, mentre la classica distribuzione in categorie ci fa perdere tempo.

La comodità e il risparmio di tempo renderanno il modello Amazon go lo standard per la spesa di tutti i giorni. Tutte le catene della grande distribuzione sono avvisate: o verranno incontro alle esigenze dei consumatori o a breve avranno un temibile concorrente!

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net