Trading online: è una truffa o realtà ?

Il trading online rappresenta un settore in grande crescita in grado di suscitare grande interesse. Molte persone fanno soldi investendo sui mercati grazie a broker che hanno reso possibile l’accesso a tutti. Oggi, rispetto al passato è diventato molto più semplice fare trading. Basta un computer ed una connessione ad internet per fare trading da casa attraverso la rete ed una piattaforma di trading.

In questo settore girano molti soldi e tanti traders fanno enormi profitti. E’ questo uno dei motivi per cui ogni mese vediamo arrivare nuovi broker sul mercato che promettono guadagni. Ma è proprio così ? L’accesso ai mercati finanziari non è più riservato ad una elite ma è ormai aperto a chiunque abbia passione ed un pò di capitale da investire. Vogliamo perciò capire se il trading online è una truffa vista che l’argomento genera sempre pareri discordanti nella comunità degli investitori.

Trading online truffa ? O è un investimento?

Il termine investimento in genere dovrebbe riguardare attività in grado di moltiplicare un capitale a lungo termine. Oggi, invece, si sostituisce sempre a questa parola il termine trading anche se impropriamente. Fare trading online comporta l’eseguire attività speculative sui mercati per fare profitti. La parola speculazione non deve essere usata nella sua accezione negativa.

Tutti i settori come il Forex e la Borsa oggi sono presi d’assalto da chi vuole generare profitti. I contratti per differenza ed altri derivati oggi hanno reso possibile qualcosa che non era possibile prima. E’ possibile, infatti, aprire un conto di trading presso un broker con soli 10 euro ed iniziare subito a investire. Ad esempio iQoption richiede solo 10 euro come deposito minimo e dopo si ha libero accesso alla piattaforma. (clicca qui per maggiori dettagli).

Naturalmente la possibilità di fare soldi aumenta il rischio di truffe. Ci sono persone che vendono servizi che non funzionano così come ci sono broker non regolamentati che promettono rendimenti che non possono permettersi.

Usare broker regolamentati per evitare il rischio truffe

Per questo motivo, il modo migliore per evitare qualsiasi truffa è iniziare a fare trading on line con broker sicuri ed affidabili ma sopratutto regolamentati.

Eccovi qualche esempio:

  • Plus500 : è un broker autorizzato dalla FCA (Financial Conduct Autorithy) nel Regno Unito, legale in Italia e con una piattaforma adatta a tutti. Permette di fare trading su forex, materie prime, indici ed azioni di borsa. Offre un conto demo gratis a tutti coloro che si iscrivono alla piattaforma.Plus500 UK Ltd è autorizzata dalla Financial Conduct Authority (FCA) con licenza FRN 509909. Plus500 CY LTD è autorizzata and regolata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (Cysec) con Licenza No. 250/14. Clicca qui per iscriverti a Plus500.
  • 24option : è un broker autorizzato da Cysec che dispone di una piattaforme CFD veramente unica. Bello e funzionale esteticamente offre rendimenti che superano l’89%. Clicca qui per iscriverti a 24option.
  • IQ Option : è un broker che permette di aprire un conto di trading con soli 10 Euro. Ha tutte le regolamentazioni del caso e rendimenti elevati. Clicca qui per iscriverti a IQOption.

Attenzione il tuo capitale potrebbe essere a rischio
Questi sono alcuni esempi di marchi conosciuti e affidabili che godono di una ottima reputazione. Probabilmente ce ne sono molti altri ma alcuni non hanno licenze e hanno sedi in paradisi fiscali. Meglio dunque evitarli. Ricordate che usare un broker autorizzato significa essere garantiti sotto ogni punto di vista e che i soldi sono custoditi in banche europee sicure.

Come funzionano le truffe nel trading ?

Su Internet girano un sacco di bufale e frodi. Siamo oggi sommersi di email spazzatura, pishing e via dicendo. Analogamente anche nel trading si possono verificare situazioni di questo tipo con broker che fanno versare utenti su piattaforme non legali o che fanno semplicemente perdere soldi. Altre invece causano problemi nel momento in cui si vogliono incassare i profitti. E’ evidente che il risultato finale è quello di perdere i propri soldi.

Esistono poi broker che applicano commissioni sull’eseguito o che bloccano i conti senza motivo. Un’altra truffa comune è l’hacking del conto di trading dell’utente che si ritrova poi un capitale inferiore a quello versato.

Altra truffa è data da falsi professionisti o advisor che vendono servizi di segnali che non funzionano. Per non parlare poi della pubblicità ingannevole con broker che affermano che si può fare trading senza alcun rischio.

Cari lettori de IlCorsivoQuotidiano non credete alle favole. Col trading online si possono guadagnare molti soldi ma non in maniera rapida. Non si diventa ricchi dall’oggi al domani e senza sforzi. Come ogni attività lavorativa il trading richiede impegno, passione e tanto studio.

Per evitare le truffe nel trading dunque dovete usare solo e soltanto broker che abbiano una licenza europea. I broker che vi abbiamo citato prima sono tutti regolamentati e per questo molto sicuri.

Trading on line : cos’è ?

Facciamo un passo indietro cercando di capire cos’è veramente il trading online in modo da evitare truffe e qualsiasi tipo di frode. Come abbiamo detto precedentemente oggi si usano indifferentemente i termini trading ed investimento per indicare attività simili che mirano a guadagnare sui mercati.

La differenza sostanziale sta nella tempistica. Un investimento ha l’obiettivo di investire dei soldi per farli rendere nel lungo termine, il trading mira invece al medio termine se non al breve termine.

Spesso gli investitori utilizzano il loro capitale per investire in borsa e magare incassare dei dividendi quando il portafoglio titoli macina risultati positivi nel listino. Chi fa trading invece può decidere anche di giocare in Borsa sfruttando i derivati come i contratti per differenza (CFD). In questo modo si cerca si sfruttare la volatilità dei mercati per fare profitti.

Rispetto all’investimento puro il trader non acquista asset finanziari ma specula sul prezzo. I Cfd, ad esempio, replicano esattamente l’andamento di un bene di mercato. In questo modo chi fa trading non acquista valute o una materia prima o un titolo in borsa ma semplicemente utilizza i derivati per fare trading sul prezzo. In questo modo si abbassano sia i costi che i rischi ed inoltre si può guadagnare anche quando il mercato è negativo. Ad esempio se state facendo trading sul titolo MPS (Monte Paschi) potete sicuramente guadagnare al ribasso, se invece aveste comprato l’azione probabilmente avreste perso i vostri soldi.

E’ evidente che sono metodi di guadagnare molto diversi. Un investitore potrebbe usare titoli di Stato e guadagnare il 2% – 5% ogni anno mentre chi fa trading cerca profitti superiori al 15% – 20% nel brevissimo termine. Per ottenere questo obiettivo ogni trader utilizza uno stile diverso che ha a che fare con il tempo in cui compiere le proprie operazioni. Un trader intra day, per fare un esempio, cerca di fare profitti nell’arco della giornata, gli scalper (da scalping) cercano profitti immediati nell’arco di pochi minuti.

E’ evidente che il trading online da maggiori soddisfazioni a livello di profitti ma comporta anche dei rischi maggiori che comunque possono essere limitati gestendo il proprio capitale (money management) e diversificando il più possibile.

Forex trading : cos’è

Un caso particolare di trading online è dato dal forex trading ovvero le attività di investimento compiute sulle valute e sulle loro quotazioni. Grazie alla grande liquidità che gira è possibile anche per i piccoli trader fare buoni profitti anche di notte.

Si può fare trading per 5 giorni alla settimana fino al venerdì e per 24 ore al giorno grazie alle sessioni dei mercati (Europea, Asiatica, USA) che si incrociano ai vari orari. Non ci sono limitazioni ma anche in questo caso dovete usare solo piattaforme di trading autorizzate.

Commissioni trading online

Le banche italiane che offrono il trading online applicano dei costi salatissimi ai trader obbligandoli ad aprire anche conti correnti. Per questo motivo per evitare problemi e truffe dovete cercare di utilizzare dei broker che siano convenienti.

Per convenienza intendiamo il fatto che i broker siano gratis. Le piattaforme online guadagnano oggi sullo spread ovvero su una piccolissima differenza tra prezzo di acquisto e vendita. Più è basso più il broker è conveniente.

Verificate inoltre che non ci siano spese sui prelievi. E’ antipatico una volta che si sono realizzati dei profitti pagare per prelevare il proprio denaro. Abbiamo evidenziato questa questione in quanto molti broker applicano costi. Ci sono poi delle eccellenze nel settore come Plus500 e 24option che non applicano alcun tipo di costo.

Simulazione di Trading Online

Ogni broker ha delle caratteristiche che lo rendono speciale. Una di quelle più apprezzate dai traders è sicuramente quella di poter operare in modalità demo. Si tratta di simulazioni di trading che consentono di operare sugli strumenti veri ma con soldi virtuali. I soldi non vengono investiti realmente e le eventuali perdite o profitti non sono reali. Non si guadagna niente e non si perde nulla.

Tutto questo però è molto utile per fare esperimenti, per provare strategie ma sopratutto per verificare se il broker è onesto. Un sito truffaldino non vi farà mai provare gratuitamente i suoi servizi. Quindi se nel momento in cui vi registrate è richiesto subito un deposito di soldi interrompete immediatamente la procedura ed abbandonate quel sito.

Per fare un esempio Plus500 e iQOption (due broker leader su forex e CFDs) offrono il conto demo completamente gratuito. Addirittura iQOption permette di registrarsi ed iniziare versando solo 10 euro (clicca qui per maggiori dettagli).

Ma il trading online funziona davvero ?

Fatte queste premesse possiamo dire che il trading online funziona veramente ed è uno strumento eccezionale per guadagnare. Per riuscire a fare profitti bisogna affrontarlo con serietà e non come un gioco.

Oggi i traders che guadagnano studiano e fanno analisi tecnica sui grafici facendo piccole operazioni e guadagni ripetuti che li portano poi a ottenere grandi risultati. Non ci vuole una laurea in economia nè un capitale enorme per poter fare soldi. Tutto sta nell’usare piattaforme convenienti ed autorizzate e ad investire con intelligenza.

Non fate come quegli investitori che non studiano analisi tecnica, non sono appassionati e pretendono di guadagnare senza sforzo. E’ evidente che poi vanno sui forum a lasciare opinioni sul trading assolutamente negative o a dire che il forex è una truffa solo per loro incapacità.

Chi vuole raggiungere la libertà finanziaria deve essere in grado di investire diversificano e minimizzando i rischi. In alternativa chi vuole iniziare più rapidamente può sfruttare il social trading copiando dai traders migliori. Ad esempio eToro ha una piattaforma di questo tipo che permette di seguire i profili dei traders che guadagnano copiando le loro operazioni (clicca qui per scoprire il social trading di eToro).

Il social trading è una modalità di fare trading molto facile che è stata inventata proprio da eToro è che l’ha reso celebre in Italia ed in Europa.

Conclusioni

Come abbiamo visto le truffe nel trading online ci sono ma è facile evitarle utilizzando piattaforme serie e autorizzate. Ricordatevi che il primo passo per guadagnare facendo trading è quello di scegliere broker convenienti ed onesti.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net